Civile: Caduta pavimento bagnato azienda incolpevole

postato in: News | 0

La Suprema Corte, con sentenza n. 14066/2019 del 23 maggio scorso, ha previsto la non risarcibilità dei danni causati da parte di un’ azienda  nei confronti di un lavoratore, il quale, dopo aver ignorato un segnale di pericolo,  camminava sul pavimento bagnato in ragione delle pulizie e cadeva rovinosamente a terra. La Corte di Cassazione afferma che non si può addebitare la responsabilità al datore di lavoro-azienda nel caso in cui il lavoratore viola una regola fissata da norme specifiche o, comunque, suggerita dalla tecnica. La parte danneggiata, dopo essere stata risarcita dall’Inail, aveva, invero, citato in giudizio la propria azienda al fine di vedersi riconosciuto il danno differenziale, dopo aver ottenuto una sentenza di condanna   del datore di lavoro in sede di appello, gli Ermellini hanno ribaltato il giudizio statuendo nel modo suindicato.