Locazioni: Responsabilità allagamento immobile locato

postato in: News | 0

La suprema Corte di Cassazione, tramite l’ordinanza n. 22823 del 26 settembre 2018, ha stabilito che il conduttore di un immobile risponde della perdita e del deterioramento della cosa locata, qualora non provi che il fatto si sia verificato per causa a lui non imputabile. Ciò in base alla presunzione di responsabilità prevista ai sensi e per gli effetti dell’articolo 1588 c.c. Lo stesso conduttore può superare una simile presunzione solo ove dimostri che l’origine del deterioramento non sia a lui imputabile. Se il conduttore non fornisce tale prova, la causa sconosciuta o anche dubbia della perdita e del deterioramento della cosa concessa in locazione rimane a carico del medesimo conduttore al quale verranno addebitati i danni. Peraltro, gli Ermellini affermano che la causa deve essere identificata in modo positivo e concreto senza accezioni di pura probabilità.